Garante privacy: anche in situazione di emergenza sanitaria, datori di lavoro e titolari di attività devono astenersi dal raccogliere informazioni circa lo stato di salute e gli spostamenti di utenti e lavoratori.

In risposta a numerosi quesiti pervenuti nell’ambito dell’emergenza Coronavirus, il Garante per la protezione dei dati personali ha rilasciato un comunicato stampa in cui si è espresso in merito alla possibilità per i soggetti pubblici e privati di raccogliere informazioni circa la presenza di sintomi e notizie sugli ultimi spostamenti di utenti e visitatori dei propri locali, come misura di prevenzione dal contagio.

L’Autorità ha specificato che l’accertamento e la raccolta di informazioni riguardanti lo stato di salute e gli spostamenti delle persone spettano agli operatori sanitari e al sistema attivato dalla protezione civile.

Questi ultimi sono gli unici organi deputati a garantire il rispetto delle misure d’urgenza disposte nelle ultime settimane in tema di sanità pubblica, rispetto alle quali il Garante stesso aveva espresso parere favorevole con il provvedimento del 2 febbraio 2020. Tali misure già prevedono misure di prevenzione generale alle quali ciascun titolare dovrà attenersi per assicurare la tutela della salute dei visitatori dei locali aperti al pubblico.

Pertanto, nel rispetto dei principi previsti in tema di tutela dei dati personali, anche i datori di lavoro devono astenersi dal raccogliere, a priori e in modo sistematico e generalizzato, informazioni sulla presenza di eventuali sintomi influenzali del lavoratore e dei suoi contatti più stretti o comunque rientranti nella sfera extra lavorativa.

Resta fermo l’obbligo del lavoratore di segnalare qualsiasi situazione di pericolo per la salute e per la sicurezza al datore di lavoro, il quale dovrà provvedere a comunicare la circostanza ai servizi sanitari competenti e attenersi alle indicazioni di prevenzione fornite dagli operatori sanitari interpellati.

(Garante per la protezione dei dati personali, comunicato stampa del 2 marzo 2020)