Le indicazioni delle autorità di controllo UE sull’utilizzo delle app di videoconferenza in modo sicuro per la privacy.

Le autorità di controllo UE sulla privacy, nelle scorse settimane, hanno fornito raccomandazioni su come utilizzare i software e le app di videoconferenza in modo sicuro per la protezione dei dati personali. Nel seguito, in particolare, si riportano i tratti essenziali delle indicazioni rilasciate dall’ICO (Regno Unito) e dalla CNIL (Francia), dirette sia a imprese, enti e lavoratori sia a utenti privati.

Quando si sceglie un’app di videoconferenza, è anzitutto opportuno leggere attentamente le condizioni d’uso e la documentazione sulla privacy. Su questo versante, occorre evitare di utilizzare app che non garantiscano adeguata trasparenza sul trattamento dei dati degli utenti, nonché quelle che prevedano l’utilizzo di tali dati per scopi diversi da quello di consentire la fruizione del servizio (ad esempio: sfruttamento dei dati personali a fini commerciali).

Dal punto di vista della sicurezza, si raccomanda di configurare il software sfruttando al massimo le funzionalità privacy messe a disposizione dal fornitore e di mantenere il software costantemente aggiornato (e, nel caso di utilizzo mediante browser, di curare che anche quest’ultimo sia aggiornato all’ultima versione disponibile). Sono in ogni caso da evitare le app che non garantiscano adeguate misure di sicurezza delle comunicazioni, tra cui riveste particolare importanza la crittografia c.d. end-to-end.

In ogni caso, quando non si ha necessità di effettuare videoconferenze si suggerisce sia di chiudere tali applicazioni sia di disattivare microfono e webcam.

Le imprese, inoltre, devono avere cura di scegliere software coerenti con le proprie policy aziendali e di formare i dipendenti sul corretto utilizzo di tali software, ad esempio rispetto ai temi della scelta e gestione delle credenziali di autenticazione e delle misure cui attenersi per prevenire l’avverarsi dei rischi connessi al phishing, che nelle app in questione risulta spesso praticato mediante la funzionalità di live chat.

(ICO, Video conferencing: what to watch out for)
(COVID-19 : les conseils de la CNIL pour utiliser les outils de visioconférence)