Marchi storici di interesse nazionale: profili applicativi per l’iscrizione al registro speciale.

Il D.M. del 27 febbraio 2020 ha individuato le modalità applicative per l’iscrizione al registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale, ossia i marchi registrati da almeno cinquant’anni o per i quali sia possibile dimostrare l'uso continuativo da almeno cinquant’anni, utilizzati per la commercializzazione di prodotti o servizi realizzati in un'impresa produttiva nazionale di eccellenza storicamente collegata al territorio nazionale (art. 11-ter del Codice della Proprietà Industriale).

I segni che presentano le suddette caratteristiche possono essere iscritti nel registro speciale previsto dall'articolo 185-bis CPI e i titolari possono conseguentemente utilizzare il logo “Marchio storico di interesse nazionale” in base ai criteri sanciti dal D.M. del 10 gennaio 2020. L’iscrizione ha durata illimitata, non necessita di rinnovo e può essere oggetto di rinuncia.

Il D.M. del 27 febbraio 2020 ha specificato le modalità applicative per l’iscrizione, con particolare riferimento alla presentazione telematica dell’istanza e al dettaglio della documentazione da allegare a quest’ultima. Nel caso di marchi registrati dovrà essere allegato il verbale di primo deposito o il verbale di rinnovazione meno recente disponibile, la riproduzione di un esemplare del marchio e la documentazione inerente alle modifiche (limitazioni o rinunce parziali) dei prodotti o servizi protetti.

Per i marchi non registrati sarà necessario allegare la riproduzione di un esemplare del marchio e la documentazione comprovante l’uso effettivo e continuativo per almeno cinquant’anni, precisando i prodotti e i servizi ai quali ci si riferisce in base alla classificazione di Nizza.

Il registro speciale dei marchi storici sarà pubblicato sul sito dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, che ne curerà l’aggiornamento.

(Decreto Ministeriale del 27 febbraio 2020)