Intelligenza artificiale


L’ambito di diffusione dei sistemi AI si sta progressivamente sempre più estendendo, fino a raggiungere anche i settori più tradizionali dell’impresa culturale e creativa come l’editoria (in cui l’intelligenza artificiale è utilizzata per indicizzare, scrivere testi, traduzioni linguistiche, ricerche documentali, analisi informative), la musica (dove sono efficacemente usati per comporre o suonare brani) e l’arte figurativa (in cui si assiste alla nascita di vere e proprie opere d’arte create da AI).

In questo contesto assume un’importanza strategica per l’impresa individuare i mezzi di tutela dei diritti IP (brevetti o diritti d’autore) sui sistemi di intelligenza artificiale introdotti nella produzione creativa e sui risultati generati da AI. Quest’ultimo aspetto in particolare impone di individuare correttamente il soggetto beneficiario della protezione, trattandosi di creazioni non attribuibili direttamente a un autore umano.